Archivio dell'autore: Claudia Rubini

Si può fare con quello che si ha (e con quello che non si ha)?

gb

Si può fare con quello che si ha (e con quello che non si ha)?

Si può fare con quello che si ha, anche quando quello che si ha sembra terribilmente poco, non sufficiente? E’ una domanda molto attuale in questo tempo di precarietà, di crisi, di carenza di opportunità (lavorative, economiche etc..)

Giovedì scorso, per la terza serata della rassegna musicale “Attenti al lapsus. La musica parla di ciò che la psicoanalisi ascolta” questa questione ha attraversato il bellissimo show messo in piedi da due incredibili musicisti; Giordano Bruno Luisè alla voce e Stefano Sammaritani alla chitarra. “solo” due musicisti, “solo” una voce e una chitarra hanno dato vita a uno spettacolo che ha lasciato il segno in tutti i presenti.

E’ stato più di uno show, è stato più di un concerto.. è stata una vera e propria testimonianza di come sia possibile, proprio facendo i conti con ciò che non si ha, fare (meravigliosamente)con quello che si ha!

Giordano ha cantato e raccontato di questo, di come sia complicata la vita in certi momenti, di come possa apparire buio il tunnel, di come sia difficile non perdersi e perdere ciò che si ama. Perché quando si attraversano momenti duri c’è questo rischio, di perdere ciò che più si ama. E allora Giordano, che ha una voce straordinaria e un’energia pazzesca (tanto che non si ferma un secondo!) a un certo punto si è fermato sul palco. E puntando il dito verso il suo chitarrista ci ha fatto il dono di  un particolare intimo e prezioso, svelandoci che è grazie a lui che è ancora sul palco.  “Senza di lui non sarebbe stato possibile”. È grazie al legame con Ciccio che, in un particolare momento della sua vita,ha scelto di non mollare una delle cose che ama fare di più, cantare.

Questi due musicisti che, ancora una volta, hanno regalato a Dedalus la loro presenza hanno lasciato qualcosa di veramente unico trasmettendo che anche quando sembra tutto perduto, il riscatto avviene, può avvenire. A condizione di fare i conti con la propria mancanza, che significa in fondo che l’essere umano non si basta da solo, che ha bisogno del legame con l’Altro.

La nostra esperienza clinica mostra bene come ci sia una grandissima difficoltà nel fare i conti con questo: da una dipendenza totale,  a volte adesiva, nei confronti dell’Altro all’estremo opposto, un tentativo di “fare a meno” dell’Altro con l’illusione di aggirare l’ostacolo dell’assunzione singolare di questa dipendenza, passando naturalmente anche per sfumature intermedie tra questi due opposti.

Perché questo conto che ogni essere umano è tenuto a fare è assolutamente particolare e unico.

E quindi, nel ringraziarli ancora una volta, concludo con la parole di Giordano Bruno Luisè:

“Cos’è il riscatto? Non dimenticarsi del tunnel”.

 

Il sesso è femmina

11125319_10206370173523987_940363552_n

11125319_10206370173523987_940363552_n 11148951_10206370174564013_771343771_n 11158166_10206370175884046_8708672_n 11164144_10206370177284081_452945464_n

 

Alcune foto dell’evento di venerdì 17 aprile dal titolo “Il sesso è femmina” organizzato dal Salotto Cassero Salute, un incontro a più voci sulla sessualità femminile. Si è parlato della prevenzione delle malattie sessualmente trasmissibili, ma non solo. Dalla percezione del proprio corpo al rapporto con l’Altro, la psicoanalisi ha dato il suo contributo al dibattito con l’intervento della dott.ssa Arianna Marfisa Bellini, responsabile di Dedalus,

Crescere insieme, genitori e figli. Vol. 2

15.4.4

15.4.2

15.4.3

15.4.4

15.4. 1

Alcune foto della seconda conferenza del ciclo “Crescere insieme, genitori e figli.”

Dalla commozione al sorriso, per oltre due ore un pubblico numeroso è rimasto catturato dalle parole dei relatori, tra i quali ha spiccato il prof. Aldo Becce, psicoanalista e docente universitario. Se, come insegna la psicoanalisi, la vera prevenzione è alimentare il desiderio, mercoledì scorso di certo ne hanno dato testimonianza gli interventi travolgenti dei relatori.

Vi aspettiamo alla terza e ultima conferenza, dal titolo “I nostri figli non sono troppo piccoli per…sfidare la fortuna giocando i propri risparmi e quelli del papà!”, che si terrà mercoledì 29 aprile alle ore 20:45 presso la Sala Consiliare – Quartiere Porto, via dello Scalo 21.

Tracce in Comune. Rete cittadina per il benessere psicosociale delle giovani generazioni

FullSizeRender (18)

Ieri, 16 aprile 2015, presso Palazzo d’Accursio si è tenuta la conferenza stampa di presentazione di “Tracce in comune. Rete cittadina per il benessere psicosociale delle giovani generazioni”.

Il progetto, come afferma Nadia Monti, Assessore alle Politiche Giovanili del Comune di Bologna, mira a promuovere la “creazione di opportunità che possano fare da traino e da alternativa ad una condizione patologica”.

Alla conferenza stampa è intervenuta anche la dott.ssa Arianna Marfisa Bellini, responsabile di Dedalus, che ha illustrato le attività svolte da Dedalus nell’ambito del progetto, tra cui una mappatura delle associazioni che a prezzi calmierati propongono attività, servizi e laboratori per il benessere psicosociale dei giovani.

“Le azioni del progetto vanno ad ampliare la rete dei servizi e delle attività coordinate dal Progetto Politiche per i giovani che da anni propone, presso la sede dell’Informagiovani Multitasking, incontri tematici e lo sportello d’ascolto psicologico PsyinBo curato dall’Associazione Dedalus di Jonas. ”  Inoltre, come ricordava la dott.ssa Bellini, dal 2008,il servizio di Psicologo on line La stanza dei segreti, attivo sul portale di Flashgiovani, ha permesso di accogliere le domande, sempre in aumento, di adolescenti e giovani smarriti e di far conoscere i servizi di ascolto psicologico presenti nei propri territori di residenza.

FullSizeRender (16) FullSizeRender (19) FullSizeRender (14) FullSizeRender (15)

Al seguente link potete leggere l’articolo pubblicato su Iperbole:http://comune.bologna.it/news/tracce-comune-rete-cittadina-il-benessere-psicosociale-delle-giovani-generazioni

Crescere insieme, genitori e figli. Vol. 1

2 - 1.4.2015

 

 

1 - 1.4.2015 2 - 1.4.2015 3 - 1.4.2015 4 - 1.4.2015

 

Ecco alcune foto della prima conferenza del ciclo di tre incontri “Crescere insieme, genitori e figli”.  Partecipazione numerosa e interventi illuminanti, tra cui quello del nostro psichiatra, dott. Michele Rugo, hanno acceso un interessante dibattito sul tema dell’abuso di alcool tra i giovani.

Vi aspettiamo al secondo incontro, dal titolo “I nostri figli non sono troppo piccoli per… provare le nuove droghe e le loro conseguenze“, che si terrà il 15 aprile alle 20:45, presso Sala Cenerini, via Pietralata 60. Interviene per Dedalus il prof. Aldo Becce, psicoanalista e professore presso l’Università degli Studi di Trieste.

Sono arrivati i libri di psicoanalisi … Da stasera allo Stand 95!

foto signora molineSono arrivati i libri di psicoanalisi forniti dalla storica Libreria delle Moline (Via delle Moline 3, Bologna) che da stasera, Giovedì 28 agosto, saranno in vendita presso lo stand di Dedalus alla Festa dell’Unità (Stand 95 Associazioni). Tanti i titoli che troverete, che spaziano dai sintomi (attacchi di panico, depressione...) alla musica, all’amore, alla collera

Venite a scoprire tutte le novità!!

Vi aspettiamo quindi stasera e domenica 31 agosto dalle 19.30 presso lo Stand  95 Associazioni e venerdì 29 agosto alle 21,30 presso Red Square per un dialogo sulla prevenzione del disagio giovanile con l’Assessore Nadia Monti e la responsabile di Dedalus Arianna Bellini.

foto pila librifoto librifoto cla librilibreria delle moline

Giorni di allestimento e di anteprime!

Ieri Dedalus aveva appuntamento alla Festa dell’Unità per il ritiro dei pass e per definire gli ultimi aspetti organizzativi. Camminando tra uno stand e l’altro siamo arrivate finalmente allo Spazio delle Associazioni. Wow! Nonostante conoscessimo nel dettaglio la novità di quest’anno ci ha veramente colpito vedere,dal vivo, questa deliziosa piazzetta che ci ospiterà la Red Sqare,  per un mese!

Ci è piaciuta talmente tanto che non abbiamo resistito e l’abbiamo fotografata, con i lavori in corso, per mostrarla in anteprima anche a voi!

Vi aspettiamo giovedì 28 Agosto! 

capannone 2 festa unità capannone 3 festa unità Capannone festa unità